Taglucca

14.02.2019 SUMMER

Leningrado, un’estate dei primi anni Ottanta. In barba alla censura della Russia Sovietica, Mike e la sua band hanno una passione sfrenata per il rock che arriva illegalmente dagli Stati Uniti. Un giorno d’estate, fra birre, chitarre e falò, Mike e sua moglie Natasha conoscono Viktor, musicista emergente. È un colpo di fulmine e nasce una rock band oggetto di un culto vastissimo in tutta la Russia. Un film ipnotico e iperrealista, vitale e potente, lirico e pessimista, che rappresenta successi, canzoni, legami sentimentali, amicizie e rivalità artistiche con la protagonista che assomiglia ad una giovanissima Anna Karina.

Continua a leggere